ITI - Integral transpersonal Institute

Gli 8 Pilastri della Trasformazione e il Corpo del Sogno

di Simona Vigo

Il Corpo del Sogno è quello stato di coscienza, già conosciuto agli sciamani, che permette di agire sul nostro benessere integrale padroneggiando l’esperienza interiore: cambiare il nostro stato di coscienza ci permette di cambiare la nostra vita.

“Un tempo un viaggiatore, se aveva la volontà e conosceva qualche segreto, poteva avventurarsi nel Mare dell’Estate e giungere all’Isola Sacra di Avalon; allora le porte tra i mondi fluttuavano con la nebbia e si aprivano al volere del viaggiatore. Perché questo è il grande segreto, noto a tutti gli uomini colti del nostro tempo: con il nostro pensiero, noi creiamo giorno per giorno il mondo che ci circonda.”

Facciamo finta che il viaggiatore sia ognuno di noi, impegnato nel suo viaggio di autoguarigione o di realizzazione e l’Isola Sacra di Avalon sia la coscienza suprema, il Sé Transpersonale.

Un tempo ogni viaggiatore sapeva come sollevare le nebbie che avvolgevano l’Isola Sacra di Avalon, e sapeva che quello era il luogo della Verità in cui cercare quello che gli avrebbe consentito di compiere le giuste azioni nella realtà.

Realizzare i tuoi talenti con il Corpo del Sogno

Prova a immaginare. Siamo sostenuti costantemente da un campo di forze archetipiche, forze spirituali, principi ordinatori della nostra psiche che collaborano alla realizzazione del nostro benessere e del nostro destino. Sono forze cosmiche originarie, energie primordiali che possiamo riconoscere nei codici della natura, vibrazioni archetipiche maschili e femminili collegate a qualità profonde della nostra psiche che possiamo risvegliare e attivare attraverso la pratica del Corpo del Sogno.

Il Corpo del Sogno è un luogo dell’anima, quindi una dimensione di coscienza dinamica, fluttuante ed estremamente misteriosa. È un luogo di forza, perché popolato da quelle forze cosmiche che sono l’alfabeto dell’universo.

È un luogo trasparente e fragile come il cristallo, fluttuante come la nebbia, eppure onnipresente come ciò che rende possibile l’esistere di ogni cosa. Somiglia molto ad Avalon, l’Isola Sacra dei Misteri avvolta dalle nebbie nella tradizione celtico-arturiana.

E’ il luogo di accesso alla Verità che sta oltre la Realtà, ma non è la Verità, la indica soltanto e ne custodisce il mistero. Come lo custodisce? Attraverso una disciplina, un metodo, per imparare a vederla.

Il Corpo del Sogno Biotransenergetica
Il corpo del Sogno. Istruzioni per l’estasi (libro)

Il paradosso del Corpo del Sogno

Qui nasce un paradosso: il corpo del sogno è nello stesso tempo un luogo e la via pratica per raggiungerlo. Il paradosso è tipico della dimensione del mondo Straordinario. Lo sanno tutti che la Verità è paradossale, è scandalosa, è ineffabile. Per questo devi avere acquisito le competenze giuste. Devi diventare esperto, devi avere fatto esperienza.

Entrare nella pratica del Corpo del Sogno ti rende un viaggiatore esperto

La pratica del Corpo del Sogno ti permette di imparare a a conoscere i gesti giusti, i gesti di potere per sollevare le nebbie e vedere le cose come sono dietro al dialogo partecipativo, dinamico e interconnesso del divenire. Impari come sollevare le nebbie della tua storia personale ed arrivare ad Avalon.

Si tratta di un viaggio integrale che si compie su cinque livelli: fisico, energetico, emotivo, mentale e spirituale.

libro il corpo del sogno
Video Corso – Il Corpo del Sogno — Digitale

Avalon e la coscienza transpersonale

Avalon si svela nell’esperienza interiore. Avalon è Psyché, la coscienza transpersonale. Imparare a padroneggiare l’esperienza interiore è una disciplina. Incontri limiti, ostacoli, alleati, agguati, demoni e salvatori, maestri, nemici e fratelli. Incontri guerrieri e vecchi saggi, sante e prostitute, compagni fedeli e traditori infingardi, amanti appassionati, cavalieri valorosi e vigliacchi opportunisti. Ti trovi avvolto dalle nebbie e non sempre hai la forza di sollevarle. Hai dimenticato il sapere segreto, la saggezza antica delle forze primordiali che reggono il mondo. Ti senti perduto, vorresti tornare indietro, mandare tutto al diavolo.

E invece quello è il momento di seguire le parole del maestro: “La Verità esiste, affermalo con tutta la tua forza e ricorda, se a volte non riesci a farlo, è solo perché te ne sei dimenticato…Esiste un luogo dove puoi andare e incontrare la Verità, vedere le cose come sono, non vacillare, non farti influenzare, indurre in tentazione; sono mille le voci dell’illusione, una è quella della Verità e la si coglie da dentro”. Allora cominci a ricordare!

Gli otto pilastri della trasformazione

Primo Pilastroosservare, anzichè giudicare

Resti e lasci fluire i tuoi pensieri, i tuoi stati d’animo. Li lasci sfilare davanti a te senza commento, senza dirti nulla. Sei là su quella barchetta instabile su quel lago scuro. Davanti a te le nebbie di Avalon, e non ricordi i gesti e le formule per sollevarle. Sei esausto, deluso, e stramaledici il giorno che ti sei messo in viaggio. Ma resti, segui la Voce del Maestro Interiore: il modo è tutto ma non può essere detto. Esistono degli alleati che possono portarti là. Non sei solo.

Secondo Pilastro: restare anzichè andare via

Le forze transpersonali ti avvolgono in un campo di vibrazioni dinamiche. La Terra ti insegna a restare. L’Acqua a lasciare fluire, l’Aria ti da la direzione, il metallo il coraggio e la determinazione, il fuoco la passione per compiere la giusta azione. E ancora stai, come Morgana quando perde tutti i suoi poteri, e non riesce a tornare a casa, non riesce a vedere oltre le nebbie dei suoi giudizi, delle sue paure, delle sue identificazioni. Ma tu stai: posizione della non dualità, axis mundi. Lasci fluire il respiro, non ti dai alla fuga arroccandoti in farraginosi pretesti consolatori. Stai, immobile di fronte alla tua impotenza e al mistero perturbante delle nebbie ed ecco affiorare l’insight.

Terzo pilastrosentire come, anziché chiedersi perché

Rinunci all’illusione del potere salvifico delle risposte. Ti immergi nel mondo della sensazione, cominci ad abitare il flusso degli eventi, ti immergi nelle nebbie ed ecco svelarsi il quarto pilastro.

Quarto Pilastro: fatti, non problemi

Ti accorgi che la tua mente trasforma ogni fatto in un problema ostinandosi a trovare una soluzione. Un fatto, invece, è una manifestazione dell’Essenza. Un oggetto che emerge dalle nebbie. Se osservi, anziché giudicare, resti, anziché andare via e senti come, anziché affliggerti nella ricerca di un perché, il problema si dissolve nella nebbia e resta il fatto da accettare responsabilmente per trasformarlo. Ed ecco un nuovo l’insight: non devo fare gesti magici per fare scomparire le nebbie, sono io che devo scomparire attraverso quei gesti, in quei gesti…

Quinto pilastro: affidarsi anziché controllare 

La vita è un flusso dinamico di eventi interconnessi e noi siamo una manifestazione di forze che agiscono da un campo molto più vasto rispetto alla nostra piccola individualità. Se osserviamo la vera natura del controllo ci accorgiamo che altro non è che un bisogno dell’Io nato dalla paura di affidarsi e allearsi al flusso della vita che è ritmo e pulsazione e continua trasformazione. Le nebbie sono il confine tra Realtà e Verità, le nebbie sono alleati, non sintomi.

Sesto pilastro. Un sintomo è una metafora che può svelarci la vera natura del conflitto che esprime

In quest’ottica esso diviene un alleato prezioso al processo di guarigione. Alla superficie del confine emerge la consapevolezza, e allora se scompari al confine, il confine si dissolve. A questo servono i gesti sacri del Corpo del Sogno, a scomparire a te stesso per allearti con la forza, a diventare quella forza: accettare invece di combattere.

Andare oltre la separazione e comprendere che senza separazione non c’è unità. Si tratta di accorgersi che i confini, le nebbie, indicano e non precludono, sono il luogo dove l’ombra indica la luce.

Per scoprire gli altri 2 pilastri della trasformazione, scarica l’Ebook gratuito!

Praticare il Corpo del Sogno per raggiungere la pace interiore

Ora, è evidente che realizzare anche solo uno di questi pilastri richiede una grande determinazione e fiducia e soprattutto la pazienza di tentare e ritentare: la pratica del Corpo del Sogno è un modo per esercitarsi e l’esperienza interiore è l’unica verifica di validità.

Realizzare anche solo uno di questi pilastri dissolve parte delle pene e dona pace e consapevolezza, ci fa sentire avvolti nella grazia. Il dolore che resta è intrinseco ad ogni prova che chiede di essere superata ed è totalmente misterioso, come vorremo averci a che fare è nelle nostre mani: responsabilità invece di delega, ultimo pilastro.

Raggiungere la pace interiore con gli 8 pilastri della trasformazione

Continua a leggere per conoscere il prossimo seminario degli Otto Pilastri del Corpo del Sogno, con Simona Vigo.

Gli otto pilastri della trasformazione nel Corpo del Sogno

Seminario intensivo di Biotransenergetica in 8 incontri.

Gli otto pilastri della trasformazione sono otto regole fondamentali e modalità pratiche che ci aiutano ad andare oltre i nostri comportamenti consueti, pensieri omologati, reazioni codificate, recuperando una saggezza profonda e favorendo il benessere integrale e la piena realizzazione del nostro cammino evolutivo.

Una sorta di “ricetta” da seguire per ristabilire equilibrio, chiarezza e fluidità nella nostra vita quotidiana imparando a:
* Padroneggiare l’esperienza interiore
* Risvegliare le qualità spirituali
* Onorare la nostra vera natura riconoscendo i nostri talenti

Come fare a realizzarli?

Non siamo soli e tutta la bellezza, la forza e la varietà di forme della natura è presente in noi. Siamo fatti a sua immagine e somiglianza. Dobbiamo risvegliare la capacità di percepirla e da essa trarre insegnamento. I codici della natura sono i codici della nostra anima, orientano il nostro sentire più’ autentico. Esiste un modo per riattivare questo “alfabeto dell’anima”: il Corpo del sogno.

Il Corpo del Sogno consiste in una serie di pratiche psico-corporee di Biotransenergetica che favoriscono il risveglio dell’energia psico-fisica, il recupero della fluidità corporea e l’espansione della coscienza attraverso meditazioni dinamiche ispirate agli elementi della natura.

L’integrazione di movimenti del corpo, respirazione consapevole e visioni della mente ci permetterà di sperimentare il contatto con le energie e le qualità della natura che agiscono in noi a livello fisico, energetico, emotivo, mentale e spirituale come principi ordinatori della nostra esperienza interiore che collaborano alla realizzazione del nostro benessere e del nostro destino.

Sono forze spirituali legate agli elementi della natura, vibrazioni archetipiche originarie maschili e femminili collegate a qualità profonde della nostra psiche che possiamo risvegliare e attivare realizzando gli otto pilastri della trasformazione.

Clicca QUI per scoprire il prossimo percorso con la dott.ssa Sima Vigo

Potrebbe interessarti anche quest’articolo: “Un Luogo, una via”. di Simona Vigo

Scopri anche il Corso di Scrittura Creativa con approccio Transpersonale Integrale.

Conduttrice: Simona Vigo

Info e iscrizioni: info@iti-life.com 02/8393306

Simona Vigo

Simona Vigo Filosofa e Counselor Trainer Transpersonale
Simona Vigo Filosofa e Counselor Trainer Transpersonale

Laureata in Filosofia ad indirizzo psicologico.
Counselor Transpersonale e Counselor Trainer presso Integral Transpersonal Institute di Milano. Docente di Biotransenergetica e Trainer in BTE Bodymindwork accreditato SIBTE.
Counselor Assocounseling A 2024-2017.
www.simonavigocounseling.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll to top