ITI - Integral transpersonal Institute

Sul Transpersonale (5)

Articoli vari

Sul Transpersonale (5)

Elementi di Iridologia Biotransenergetica

 

P. L. Lattuada M.D., Ph.D.

Siamo nei primi anni ottanta, forse 83 oppure 84. Durante le vacanze di Natale Sigfried aveva invitato un gruppetto di noi per insegnarci e stare insieme. Oltre alla piacevolezza e all’intensità di quei giorni ricordo un episodio che segnò il mio modo di fare iridologia.
Sigfrid stava mostrandoci una diapositiva e spiegandoci il caso quando ci accorgemmo che la diapositiva era al contrario e uno di noi prese il coraggio di farlo notare. Per Sigfried non cambiò molto, alzò le spalle e continuò la sua spiegazione.

Per alcuni di noi era già chiaro che gli strumenti di Sigfried andavano ben oltre l’analisi pura e semplice dei segni iridei, ma in quell’occasione ne ebbi la conferma.
L’iride per Sigfried era una porta d’accesso al mondo dell’altro, ai suoi disturbi ma anche alla sua anima: lo strumento era l’intuizione. Attraverso la coscienza intuitiva, che, attenzione, non si contrappone alla coscienza analitica ma la trascende ed include in un piano di maggior complessità, Sigfried aveva accesso a quell’essenziale che come ci ricorda Antoine de Saint Exupéry “è invisibile agli occhi”.

La mia ricerca si indirizzò allora nella direzione di individuare quel linguaggio sottile, che va intuito più che visto, sentito più che analizzato, colto più che interpretato.
Come sappiamo il nostro iride attraverso i segni patografici e patocromatici ci parla, e su questo siamo tutti d’accordo.

Personalmente sono convinto che il nostro iride ci parli anche utilizzando un linguaggio più sottile e diretto, molto più preciso: il linguaggio del modo. Sto parlando di quel linguaggio inafferrabile che può essere colto solo con un atto di fiducia, con un salto deciso oltre la mente, verso i territori percorsi dal senso sentito e sorretti dall’insight, quella che Bohm definisce “la comprensione di nuovo ordine”.

Un linguaggio fatto di processi interconnessi e non di segni fissi: la corona ad artiglio, ad esempio oltre ad indicarci una condizione spastica circolatoria ci parla della fuga dal mondo, del bisogno di ritrarsi, arroccarsi nel proprio nucleo interno per difenderlo da un mondo vissuto come troppo minaccioso; cripte in zona cerebrale abbinate a lacune e rarefazione in zona pelvica ci parla di una segregazione dell’energia da parte dell’attività mentale per tendenza eccessiva al controllo e paura di lasciarsi andare legata ad una mancanza di radicamento.

Stiamo affermando, in definitiva, che a nostro avviso, ogni lacuna è diversa dall’altra, ogni macchia ha un suo messaggio, ogni segno è dinamico ed interconnesso e dialoga incessantemente con il suo interlocutore. Ciò che appare stabile è la fissazione di un processo che chiede con tutti i mezzi di essere lasciato esprimere.

L’iride oltre all’analisi ci chiede la sintesi, oltre alla comprensione l’intuizione, oltre alla certezza la fiducia, oltre al protocollo un dialogo dinamico e interconnesso.
Personalmente nell’esame iridologico compio un percorso delineato dalle fase descritte nella tabella uno e mi avvalgo della mappa di Rizzi ampliata con l’introduzione della rappresentazione dei chakra e di alcuni principi archetipici tradizionali. Questi strumenti analitici unitamente allo sguardo olistico dell’insight mi guidano ogni volta che guardo un iride in quello che considero un viaggio dinamico verso l’essenza della persona che ho di fronte.

Le fasi della lettura iridologica biotransenergetica

Cosa

Cosa

Modo

Riserve Energetiche (O.P.I)

Potenziale Bioenergetico (O.I.E)

Qualità dell’energia vitale

Vuoto (Pupilla)

Pieno (iride)

Qualità delle valenze psicoimmunitarie

Emisfero superiore

Emisfero inferiore

Qualità del rapporto alto/basso

Emisfero destro

Emisfero sinistro

Qualità del rapporto

destra/sinistra

Atrofia O.P.I

Angolo di Fuchs

Indice di gravità del processo patologico

Segmento O.P.I.

Settore irideo

Indice della funzione lesa

Miosi

Midriasi

Indice del rapporto Parasimpatico/Simpatico

Sede

Colore

Dinamica del processo patologico

Settore

Segni

Dinamica energetica dei Chakras

Settore

Segni

Dinamica del rapporto tra gli elementi

Scroll to top