Guarda gratuitamente la Serie di webinars 

con il Dott. Pier Luigi Lattuada


CLICCA QUI PER VIDEO 1 

Webinar Benessere Integrale 1

CLICCA QUI PER VIDEO 2 

Webinar Benessere Integrale 2

CLICCA QUI PER VIDEO 3 

Webinar Benessere Integrale 3

CLICCA QUI PER VIDEO 4

Webinar Benessere Integrale 4

Il dott. Pier Luigi Lattuada, fondatore della Biotransenergetica, Medico, Psicoterapeuta, autore di numerosi libri (molti dei quali puoi trovare QUI) direttore dell' Integral Transpersonal Institute di Milano ha preparato per te un libro sul Benessere Integrale che puoi scaricare gratuitamente al link qui sotto.

Guarda i primi 4 webinar gratuiti sull'argomento che trovi su questa pagina e iscriviti alla newsletter per tenerti aggiornato sui prossimi eventi!

Dott. Pier Luigi Lattuada

Prossimo evento sul Benessere Integrale

Biotransenergetica. Un percorso evolutivo per raggiungere e mantenee il Benessere Integrale. Seminario pratico-teorico introduttivo a prezzo speciale (30 €)  

condotto dal dott. Gianfranco Addario. Mercoledi 12 Luglio dalle 19 alle 21:30  

nella sede di ITI - integral Transpersonal Institute di via Montalbino 7. MM Marche, Zara, Maciachini. É necessaria la prenotazione. Posti limitati. 02/8393306 bte@biotransenergetica.it  


Gianfranco Addario Psicologo clinico e di comunità Specializzando in psicoterapia transpersonale Docente di biotransenergetica Counselor e counselor trainer Da diversi anni conduce la scuola di formazione in counseling transpersonale e seminari di evoluzione personale utilizzando la metodologia biotransenergetica. Docente responsabile del Training in Counseling Transpersonale di Milano.  

La Visione

La Visione Transpersonale ci parla di un modo di stare nel mondo e fare le cose che va oltre le apparenze e che, in quanto tale, appartiene al viaggio eroico di chiunque in rotta verso casa, attraverso valli di passione e ignoranza, vette di intuizioni e slanci di cuore, notti dell’anima e infiniti risvegli, morti e rinascite, semplicemente si riconosce nell’umile tentativo di liberarsi dalla propria storia personale e abbeverarsi alla sorgente dell’essere (che alcuni chiamano Dio, altri Sé, altri cuore).

Una via la cui prassi é tracciata da linee guida quali: consapevolezza, sinergia, condivisione, risonanza, interconnessione, naturalezza, rispetto, ascolto, contatto, accettazione, responsabilità, padronanza emotiva, conoscenza di sé. 

Linee guida che si muovono dal dialogo intimo tra due mondi, quello della coscienza e quello della materia: da un lato la conoscenza di Sé e il rispetto dei processi naturali dell’organismo, dall’altro il riconoscimento della sacralità, di ogni sistema vivente, dell’ambiente che ci circonda.

Con Einstein crediamo che la scienza senza la religione sia zoppa e la religione senza la scienza sia cieca.

Crediamo nella possibilità di tracciare le linee di una Scienza che non pretenda di affermare certezze senza rinunciare a fornire garanzie di validità, non si inaridisca in protocolli sperimentali verificabili e ripetibili senza per questo rinunciare ad interrogare la natura con procedure di indagine attendibili; non si riduca al misurabile ma sappia, come auspica Maslow, estendere la sua giurisdizione e i suoi metodi, voglia avventurarsi con coraggio “là dove gli angeli esitano”, come suggerisce Bateson, e allo stesso tempo sappia con umiltà fermarsi alla soglia del mistero. 

Riteniamo che sia utile e necessario operare per l’affermarsi di una conoscenza che offrendo garanzie di validità sappia parlare con autorevolezza del viaggio partecipativo del Sé individuale nel Regno di Psiche, dell’Anima individuale nell’Anima Mundi, dell’individuo nel Cosmos.


ITI - Integral Transpersonal Institute

ITI nasce nel 2010, come società che si occupa di gestire le attività commerciali del network, vuole connotarsi come un luogo di Formazione e di Terapia, di Ricerca e di Informazione dove si impara e si insegna, dove, nell’ascolto, si trascende e si include, ci si libera dal conosciuto e si procede in quel viaggio verso l’Unità a cui desideriamo partecipare.

Un viaggio che dal punto di vista culturale, seguendo il suggerimento di Confucio, sappia restituire il giusto nome alle cose, il giusto nome a termini come: Scienza, Psiche, Teoria, Anima, Spirito, Sacro, Medicina, Vuoto, Amore, solo per citarne alcuni.

ITI gestisce le seguenti attività:

 – Scuola di Formazione in Psicoterapia Traspersonale

nata in seno all’Associazione Om e riconosciuto dal MIUR con Decreto ministeriale del 30 maggio 2002

Alta Formazione in Counseling Transperonale (metodologia Biotransenergetica),

valida per l’ottenimento del diploma di Counselor Transpersonale accreditato presso FAIP Counseling e AssoCounseling


ITI edizioni,

nata per proporsi come casa editrice di riferimento della visione transpersonale e che pubblica oltre a testi di saggistica l’Integral Transpersonal Journal, rivista internazionale organo ufficiale dell’EUROTAS, European Transpersonal Association e La Visione Sottile, magazine dell’Associazione Om.


Associazione Om

Om Associazione per la medicina e la psicologia transpersonale è stata fondata a Milano nel 1982 da un gruppo di medici e psicologi con l’obbiettivo di sviluppare, promuovere, diffondere l’approccio umanistico e transpersonale nel campo della salute, del benessere psicofisico, dell’evoluzione personale. 

Nel corso di questi anni ha organizzato una serie innumerevole di corsi, seminari, conferenze, mirati alla sensibilizzazione dell’individuo nei confronti delle proprie potenzialità e della propria dimensione spirituale. Nella persona dei suoi membri più rappresentativi ha pubblicato numerose opere a carattere divulgativo e scientifico e partecipato a svariati congressi nazionali ed internazionali. 

In seno all’associazione Marlene Silveira e Pier Luigi Lattuada hanno creato la Biotransenergetica, una disciplina psico-spirituale di nuova concezione che ha profonde radici nelle antiche tradizioni sciamaniche e si riconosce nell’emergente movimento della psicologia transpersonale. 

Dall’86 opera presso l’associazione la Società Italiana di Biotransenergetica che ha attivato da quella data il Corso Formazione quadriennale in Biotransenergetica divenuto nel 2010 Corso di Alta Formazione in Counseling Transpersonale (metodologia Biotransenergetica) valido per l’ottenimento del diploma di Counselor Transpersonale accreditato presso la FAIP (Federazione delle Associazioni Italiane di Psicoterapia) e Assocounseling.

Nel 97 è stato creato il Transpersonal Institute che ha attivato il Corso di Formazione in Psicoterapia Transpersonale riconosciuto dal MIUR con Decreto ministeriale del 30 maggio 2002.


Om ha organizzato in proprio sei convegni internazionali:

– La follia e il divino, Torino 1988

– La magia della consapevolezza, Lucca 1990

– Energia e coscienza, Abano 1995

– Esperienze interiori, Milano 1996

– L’eredità della Tribù, Milano 1999

– Oltre la mente, Milano 2009

Feeding the Soul, I Milan Transpersonal Festival 2015

- Feeding The Soul World SUMMIT 2016


Om è iscritta all’EAP, European Association for Psychotherapy e all’ATP, Association for Transpersonal Psychology; è membro fondatore della FAIP Federazione delle Scuole Italiane di Psicoterapia.



Benessere Integrale

Non si può parlare di benessere se non si inserisce l’argomento in un contesto olistico, in una visione integrale e integrata dell’essere umano e del mondo, in un modello capace di declinare l’esistenza in un nuovo paradigma, dove coesistono e hanno eguale importanza il livello fisico, quello emotivo, quello energetico, quello mentale e quello spirituale, o transpersonale.


Quest’ultimo livello condivide il nome con un intero movimento che da decenni esplora le diverse dimensioni della coscienza in direzione di una loro padronanza da parte dell’individuo grazie all’assunzione di responsabilità nei confronti della propria salute e della società, percependo di essere parte di un tutto interconnesso e in costante cambiamento, nel cui flusso é importante rimanere senza giudizio e con la predisposizione a mettersi in discussione.


Le tecnologie del sacro vengono in aiuto del processo evolutivo individuale e collettivo e la Biotransenergetica offre strumenti pratici, antichissimi e nuovissimi, all’interno di una disciplina psico-spirituale di nuova generazione, il cui concetto base, tra i vari, può essere racchiuso nella seguente frase: “Cambia il tuo stato di coscienza e cambierai la tua vita!”.


Il Dott. Pier Luigi Lattuada propone incontri, webinars e corsi sull’argomento.

Scarica GRATIS il libro completo sui 10 Passi verso il Benessere Integrale QUI.  

Per info a bte@biotransenergetica.it oppure 

Iscriviti alla BTE News, QUI!

Inoltre, per sedute individuali con il Dott. Pier Luigi Lattuada, contattare la segreteria ITI allo 02/8393306 oppure scrivere a biotransenergetica@gmail.com


Saggezza antica e benessere integrale

P. L. Lattuada 

Quale via per il benessere?


Ogni essere umano desidera il benessere, ricerca la felicità.


Il problema è che, paradossalmente, la ricerca stessa e il desiderio che la anima, sono esattamente i principali ostacoli per la sua realizzazione.


A complicare le cose c’è il fatto che in questo nostro percorso ci facciamo guidare da nostri bisogni credendo così di fare la cosa giusta.


Ricercare il benessere seguendo i nostri bisogni è un dato talmente condiviso da non farci nemmeno lontanamente dubitare di quanto si tratti di un sogno completamente illusorio, che, invece, ci imprigiona.


Eppure appartiene all’esperienza di ciascuno di noi il fatto che il benessere, non possa essere raggiunto attraverso la ricerca, la volontà o qualsiasi altra strategia che preveda uno sviluppo temporale e il raggiungimento di un obbiettivo, nemmeno attraverso quello che sappiamo di noi stessi e del mondo.


Volere ottenere il benessere con la volontà sarebbe come ricercare le tenebre con una torcia accesa in mano.


È solo grazie al contatto con ciò che veramente siamo, al rispetto per la nostra natura più profonda, che, a un certo punto, magicamente, il benessere ci succede.


Ne consegue che star bene non è una questione di sicurezza o piacere, potere o ricchezza, successo o assenza di malattia ma di saggezza.


Una bella notizia


E la saggezza, ci ricorda Panikkar, “è un esperienza nella quale non vi è scissione tra conoscenza e amore, anima e corpo, spirito e materia, tempo ed eternità, divino e umano, maschile e femminile”, un’ esperienza che non si ottiene con la volontà ma con l’amore, la pazienza, la tolleranza, l’osservazione, non con la ricerca ma con la fiducia, una fiducia cosmica nella vita, non in un oggetto specifico…”


Il benessere pertanto è figlio della saggezza, la regina delle scienze, secondo molte tradizioni e in quanto tale non può essere raggiunto, conquistato, afferrato, capito, trattenuto.


La bella notizia è che saggezza e benessere si manifestano nel pieno fluire della vita, nella rinuncia, nella gratuità e nell’abbondanza, entrambi non sono riservati solo ai dotti, ai ricchi o ai potenti, ma a disposizione di chiunque, sempre.


Attraverso l’arte di lasciare essere, della fiducia, dell’esperienza integrale, dell’osservazione paziente senza giudizio o aspettative con profondo rispetto per ogni manifestazione del vivente ciascun essere umano può creare le condizioni perché la grazia discenda come un dono libero, fine a se stesso.


Che fare?


Alla domande che fare per stare bene il saggio risponde, lascia fluire la vita, fatti da parte, non ostacolare l’essere, non esiste nulla di più concreto della consapevolezza, cioè di vedere, accorgerti, sapere quello che stai facendo.


Le Upanisad ci ricordano che non dovremmo aspirare alla molteplicità, ma a quell’uno conoscendo il quale si conosce tutto.


Non cercare, non seguire i tuoi bisogni, non chiederti perché, non separare, non combattere, non giudicare, resta nel tuo centro.


Per meglio comprendere potremmo usare una metafora nautica: quando stiamo su una barca in mezzo al mare non facciamo nulla se non tenere il timone verso la direzione della nostra destinazione, in base alle onde e ai venti cambiamo l’orientamento della barca ma non la nostra direzione.


Se ci fermassimo a riflettere, a questo punto, con molta probabilità ci accorgeremo che se vogliamo comprendere la vera natura del benessere e agire di conseguenza dobbiamo tutti quanti fare un salto evolutivo, come individui, come professionisti della salute, come comunità intellettuale, politica e scientifica, come società.


Un metodo integrale


Il mio personale contributo in questa direzione si chiama Biotransenergetica, una disciplina integrale che vuole creare le condizioni in ciascun individuo di “lasciarsi raggiungere” dalla saggezza e quindi dal benessere e dalla realizzazione attraverso la padronanza dell’esperienza interiore.


Tralascerò in questa sede di approfondire i contenuti teorici della BTE per proporvi quelli che ho chiamato otto pilastri della trasformazione, otto passi pratici e concreti che ognuno di noi può fare, incominciando da adesso, senza competenze specifiche o formazioni pluriennali per mettersi in cammino verso casa, lunga la via che non c’è per arrivare dove siamo sempre stati, alla sorgente dell’essere.


Gli otto pilastri della trasformazione

1.Osservare, invece di… pensare

Quante volte in una giornata osserviamo il nostro respiro, il battito del nostro cuore, il fluire delle sensazioni del nostro corpo o l’animarsi delle emozioni nel nostro petto? Quante volte, mentre stiamo parlando ascoltiamo come risuona dentro di noi ciò che stiamo dicendo?


Accorgerci che noi non siamo le nostre sensazioni o emozioni, non siamo i pensieri, le immagini, i ricordi, che attraversano la nostra mente, che possiamo osservarli anziché farci guidare da essi è un primo passo verso il benessere e la saggezza.


2.Restare, invece di….andare via

Per padroneggiare l’osservazione è importante restare. Restare vuol dire mantenere l’attenzione nel presente invece di andare avanti nel futuro o indietro nel passato.


Quando restiamo di fronte a un aspetto di noi stessi, a una funzione, come il respiro, un’emozione come la paura, a un organo dolente o a un sintomo qualsiasi, e non seguiamo il flusso dei pensieri, si schiude il mondo della forza interiore, della vera natura delle cose.


Restare vuol dire sviluppare qualità come ascolto, fermezza, accettazione, fiducia, responsabilità.


3.Sentire come, invece di… capire perché

Dedichiamo molto più tempo a pensare i nostri pensieri che a sentire lo scorrere della vita stessa.


Così facendo provochiamo in noi delle reiterate, incessanti, interruzioni dell’energia vitale. Ma non ce ne rendiamo conto. Salvo poi avvertire mal di testa. Allora per prima cosa cerchiamo di farlo sparire. Se non ci riusciamo ci chiediamo perché. Potremmo invece rinunciare a cercare di capirne le cause e osservare cosa stiamo facendo, sentire come stiamo costruendo il nostro mal di testa, ascoltare cosa ci sta chiedendo. Potremmo cosi trovare le risposte alle nostra domande.


4.Fatti, non problemi.

La ricerca dei perché nasce da una credenza radicata: Crediamo che la soluzione dei problemi sia nella nostra mente. Nulla di più falso.


La nostra mente, è la fonte di tutti i problemi.


O meglio, i nostri problemi nascono dal modo col quale usiamo la nostra mente.


Solo l’osservazione consapevole può consentirne la comprensione della loro vera natura.


5.Alleati, non sintomi.

Scopriremo così che in ogni problema risiede la soluzione, in ogni sintomo dimora un alleato, colmo di un potenziale creativo che anela ad esprimersi. Scorgeremo in ogni avversità il volto benevolo dell’esistenza che ci sussurra amorevole le qualità da risvegliare. Riconosceremo in ogni malattia null’altro che una richiesta d’amore.


6.Accettare, invece di… combattere

Impareremo allora a deporre le armi. A fare l’amore e non la guerra.


L’osservazione consapevole delle onde dell’oceano della nostra coscienza, la fermezza nell’intento di entrare in contatto e ascoltare amorevolmente ogni messaggio del nostro organismo ci insegnerà ad accettare ogni emozione, ogni dolore, ogni “sintomo” senza combatterlo.. Sull’oceano della nostra coscienza, passata la tempesta, splenderà il sole di una chiarezza nuova.


7.Responsabilità, invece di… delega

Ma chiarezza implica responsabilità. E la responsabilità ci fa paura. Sembra infatti che la madre di tutte le paura sia quella di trovarsi soli con se stessi di fronte alla vita. Quando siamo completamente liberi da problemi e da sintomi, allora non abbiamo più alibi per non amare incondizionatamente l’esistenza. Allora non ci sono più tiranni da spodestare, non ci sono più responsabili coi quali condividere il peso della nostra leggerezza. Allora eccoci soli e vuoti di fronte a noi stessi..


BOX - Pratica della naturalezza naturale o i 4 riconoscimenti:

Distesa/o supina/o, seduta/o con la colonna vertebrale dritta, o in posizione eretta con piedi ben piantati e le ginocchia piegate, chiudi gli occhi e dirigi la tua attenzione alla massa corporea, la materia di cui sei fatta/o, la terra che è in te.


1.Ti rendi conto che pesa.

Tutto ciò che è pesante in te, va giù, esattamente come la terra.

Riconosci l’atteggiamento giusto per lasciare andare giù ciò che è pesante.


2.Dirigi poi la tua attenzione al respiro e a tutto ciò che è leggero, l‘aria che è in te. 

Ti rendi conto che mentre ciò che è pesante pesa ciò che è leggero sale, esattamente come l’aria.

Riconosci l’atteggiamento giusto per lasciare andare su ciò che è leggero.


3.Dirigi poi la tua attenzione alle tue sensazioni interiori e a tutto ciò che si muove dentro te, l’acqua che è in te scorre. 

Ti rendi conto che mentre ciò che è pesante pesa, ciò che è leggero sale, ciò che è vivo si muove esattamente come l’acqua.

Riconosci l’atteggiamento giusto per lasciare scorrere ciò che è fluido.


4.Dirigi poi l’attenzione all’osservatore che è in te, il fuoco dell’osservazione. 

Ti rendi conto dell’atteggiamento giusto per restare e osservare il pesante pesare, il leggero salire, il fluido scorrere.


Forse a questo punto la tua mente si chiederà: ma non può essere tutto così semplice. Tu allora rispondile di avere fiducia in ciò che sta sperimentando e invitala ad avere il coraggio della semplicità e ricordale: ciò che è naturale è semplice.


8. Passaggio dallo zero

Passare dallo Zero significa rendersi conto che siamo già alla sorgente, lo siamo sempre stati. Non c’è luogo dove andare, meta da raggiungere, strategie da attuare.


Se vuoi comprendere il Passaggio dallo Zero puoi comportati come se fossi un assetato nel deserto che raggiunge la fonte. Alla fonte semplicemente bevi e scompari al resto del mondo. Tutto intorno rimane, la sabbia, il sole, i serpenti, la solitudine, la strada da percorrere ma tu scompari al mondo dal momento che hai sete e stai bevendo. Di fronte ad ogni problema, a ogni conflitto, a ogni dolore, puoi provare a scomparire. Non volere che i pensieri scompaiano, che il problema si risolva, non metterti nemmeno a meditare, semplicemente scompari al problema e bevi alla sorgente.


Il trascendimento creativo nel nuovo è fondamentalmente caratterizzato dalla disponibilità a scomparire a se stessi. Perché la forza creativa possa agire è necessario essere disposti a morire, mollare la presa, varcare la soglia dei confini che crediamo di avere.



Riguarda QUI sotto GRATIS i webinars che ti sei perso!






I 10 PASSI


Estratto dal libro del dott. Pier Luigi Lattuada he puoi scaricare gratuitamente QUI.

Dott. Pier Luigi Lattuada

Scarica QUI GRATIS il libro completo di tutte le slide!


Prossimi Eventi

Biotransenergetica. 

Un percorso evolutivo per raggiungere e mantenee il Benessere Integrale.

Seminario pratico-teorico introduttivo a prezzo speciale (30 €) 

condotto dal dott. Gianfranco Addario. Docente responsabile del Training in Counseling Transpersonale di Milano.

Mercoledi 12 Luglio dalle 19 alle 21:30 

nella sede di ITI - integral Transpersonal Institute di via Montalbino 7. MM Marche, Zara, Maciachini. É necessaria la prenotazione. Posti limitati. 02/8393306 bte@biotransenergetica.it  

Gianfranco Addario Psicologo clinico e di comunità Specializzando in psicoterapia transpersonale Docente di biotransenergetica Counselor e counselor trainer Da diversi anni conduce la scuola di formazione in counseling transpersonale e seminari di evoluzione personale utilizzando la metodologia biotransenergetica


Formazione e Percorsi

Sono aperte le iscrizioni ai corsi 2017-2018!

Un percorso evolutivo personale più unico che raro, ricco e profondo, innovativo, integrato ed integrale, oltre l'olismo, dove antiche tradizioni, filosofia perenne e nuova scienza si incontrano. 

Un cammino che può portarti ad essere Operatore di Biotransenergetica e anche accreditarti in Counseling Transpersonale.  

Scopri di più sulla Biotransenergetica, il Counseling Transpersonale e il Benessere Integrale su www.integraltranspersonallife.com




Pier Luigi Lattuada M.D., Psy. D., Ph. D.

www.pierluigilattuada.com

Medico, psicologo, psicoterapeuta.

biotransenergetica@gmail.com

È direttore della Scuola di Formazione in Psicoterapia Transpersonale riconosciuta dal MIUR e del training di Alta Formazione in Counseling Transpersonale.

Presidente di ITI – Integral Transpersonal Institute, di Milano.

È professore alla Sofia University, Palo Alto California e alla Ubiquity University

È co-vice–presidente dell’EUROTAS, European Transpersonal Association.

Già direttore della Clinica Olistica Lifegate


È fondatore della Biotransenergetica una disciplina psico-spirituale che potremmo definire un atto poetico dal momento che insegna la creatività nell’arte del dono di Sé al cospetto del disagio psicofisico, in direzione alla realizzazione del Sé. 

Compone poesie dall’età di 16 anni, ha scritto numerosi libri sia saggi che racconti sulla psicoterapia transpersonale, la medicina integrale, la biotransenergetica.


Ha pubblicato i seguenti libri:

Lattuada Pier Luigi – Per vedere bene- Ed Meb Padova 1985

Lattuada Pier Luigi – Potere spirituale e guarigione – Ed. MEB Padova 1986

Lattuada Pier Luigi – In viaggio per risvegliarsi – Ed. MEB Padova 1995

Lattuada Pier Luigi – Massaggio d’amore – Ed. MEB Padova 1990

Lattuada Pier Luigi – Sciamanesimo brasiliano – Ed. Xenia Milano 1989

Lattuada Pier Luigi – Il modo ulteriore – Ed. MEB Padova 1995 – ITI ed. Milano 2013

Lattuada Pier Luigi – a cura di – Transe – Cyber n° 32 – Ottobre 1991

Lattuada – Silveira – I chakras – Ed. MEB Padova 1995

V Gioia a cura di – La cultura del Transe – Riza Scienze marzo 97

Lattuada Pier Luigi – Inno al tuo cuore nascosto- Firenze libri 1996

Lattuada Pier Luigi – Biotransenergetica- Xenia ed. Milano 1997 – ITI ed. Milano 2013

Lattuada Pier Luigi – Sotto stelle diverse- Ed. Xenia Milano 1998

G. Ricci a cura di – Il libro dell’armonia- Mondadori Milano 1998

Lattuada Pier Luigi – La Psicologia Transpersonale – Riza Scienze dic. 2000

Lattuada Pier Luigi – Oltre la mente – Franco Angeli Milano 2004

Lattuada Pier Luigi – Il corpo del sogno – Edizione Anima 2007

Lattuada Pier Luigi – L’arte medica della guarigione interiore – Franco Angeli 2008

Lattuada Pier Luigi – Sei un Genio – ITI edizioni, Milano 2014

Lattuada Pier Luigi – China il capo e Ringrazia – ITI edizioni, Milano 2015

Lattuada Pier Luigi – Il Grande Gesto – ITI edizioni, Milano 2016


 - Per il libro “Biotransenergetica. Qualcosa di nuovo, qualcosa di antico, una via che ha un cuore.” edito da ITI Edizioni accedi QUI

- Per il libro “Modo Ulteriore. Nella domanda c’è la risposta, nel problema la soluzione.” edito da ITI Edizioni accedi QUI



Scarica QUI il Curriculum completo Del Dott. Pier Luigi Lattuada


Inoltre, per sedute individuali con il Dott. Pier Luigi Lattuada, contattare la segreteria ITI allo 02/8393306 oppure scrivere a biotransenergetica@gmail.com - Per ulteriori info clicca QUI


 



Biotransenergetica


Cos’è la BTE?


La Biotransenergetica è un atto poetico, suo intento è insegnare a riconoscere la sacralità dello slancio creativo del vivente in ogni sua manifestazione e conformarsi alle sue leggi.


La Biotransenergetica è una disciplina psico-spirituale concepita agli inizi degli anni 80 grazie ad un incontro d’amore tra Pier luigi Lattuada, medico psicoterapeuta e Marlene Silveira, psicologa, psicoterapeuta. Da allora, in oltre trentamila ore di lavoro clinico presso il Centro Om di Milano, Pier Luigi Lattuada ha perfezionato il modello teorico e il sistema operativo, creando una metodologia fondata sulla filosofia perenne delle antiche tradizioni spirituali e sostenuti dalle più recenti acquisizioni della nuova scienza, della ricerca sugli stati di coscienza, della visione integrale e della Gnosi Transpersonale.


La Biotransenergetica si dirama sul territorio nazionale attraverso diverse sedi, denominate Associazioni OM, gestite da psicoterapeuti o counselor trainer i quali sono completamente autonomi e responsabili delle attività che svolgono nel rispetto di uno Statuto e di un Regolamento dell’associazione.


OM Associazione per la Medicina e la Psicologia Transpersonale è stata fondata a Milano nel 1982 da un gruppo di medici e psicologi con l’obbiettivo di sviluppare, promuovere, diffondere l’approccio umanistico e transpersonale nel campo della salute, del benessere psicofisico, dell’evoluzione personale.


Nel corso di questi anni ha organizzato una serie innumerevole di corsi, seminari, conferenze, mirati alla sensibilizzazione dell’individuo nei confronti delle proprie potenzialità e della propria dimensione spirituale. Nella persona dei suoi membri più rappresentativi ha pubblicato numerose opere a carattere divulgativo e scientifico e partecipato a svariati congressi nazionali ed internazionali. Proprio in seno ad Associazione OM, Marlene Silveira e Pier Luigi Lattuada hanno creato la Biotransenergetica.


Om è iscritta all’EAP, European Association for Psychotherapy e all’ATP, Association for Transpersonal Psychology; è membro fondatore di FAIP Counseling.


Ti posso anche interessare i seguenti document da scaricare:


REGOLAMENTO SIBTE (Società Italiana di Biotransenergetica) 16

MANIFESTO TRANSPERSONALE 16

ETICA SIBTE (Società Italiana di Biotransenergetica) 16


 

Cosa può offrire la BTE?


Padronanza dell’esperienza interiore (capacità estatica, esplorazione degli stati di coscienza.

Consapevolezza e amore compassionevole (persistenza del contatto, qui e ora, volere il benessere altrui).

Sviluppo della consapevolezza di Sé attraverso l’esperienza interiore.

Sviluppo dell’amore compassionevole attraverso partecipazione e condivisione.

Superamento dalla storia personale (libertà dal conosciuto, dalla pienezza emotiva).

Transidentificazione empatica e comprensione (padronanza del transe).

Coraggio dell’imperfezione (capacità di sbagliare).

Atteggiamento sacro (fiducia, umiltà e devozione).

Responsabilità e volontà creativa.

Partecipazione e condivisione con l’altro e l’ambiente.

Responsabilità (accettazione della propria libertà individuale).

Volontà creativa ( sviluppo delle potenzialità).

Accettazione della propria unicità (diventare quello che si è).

Entelechia: coraggio per realizzare il proprio vero Sé.

Unità tra il proprio Sé cosciente e i vari livelli dell’inconscio.

Impegno evolutivo per il benessere comune.

Liberazione dal senso di colpa, affermazione della tensione spirituale e accettazione della differenza tra le cose come sono e come dovrebbero essere.

Risanamento degli atteggiamenti e dei propri modelli di comportamento.

Utilizzo creativo delle influenze della storia personale nell’ambiente familiare e sociale.

Dissoluzione dei propri sintomi attraverso la comprensione della loro vera natura e del loro messaggio evolutivo.

 

BTE è Meditazione


La Biotransenergetica propone una metodologia fondata sull’esperienza interiore e l’esplorazione delle dimensioni della coscienza, la partecipazione e la condivisione, con l’intento di realizzare la consapevolezza che si svela nelle dimensioni più autentiche del cuore, oltre i processi di pensiero della mente ordinaria; un modello terapeutico integrale e transpersonale orientato alla realizzazione del sé, in grado di intervenire con efficacia nei processi di trasformazione della coscienza.


La fenomenologia degli stati della coscienza è il contenuto sul quale la Biotransenergetica agisce mediante l’esperienza interiore partecipativa.


Con l’espressione esperienza interiore partecipativa si definiscono l’insieme delle esperienze personali, come: sensazioni, stati d’animo, emozioni, sentimenti, desideri, bisogni, pensieri, ricordi, immagini, intuizioni; e delle esperienze transpersonali, come: percezioni extra-sensoriali, esperienze spirituali, mistiche, estatiche, visioni archetipiche, sogni mitologici, rivelazioni, insight, aperture del cuore, stati non ordinari di coscienza, esperienze di pre-morte, ecc.



BTE è Filosofia Perenne


Da alcuni decenni si sta sviluppando in vari campi del sapere, in particolare nella psicologia e nella pedagogia, nella medicina e nell’etno-psichiatria, nell’antropologia e nell’arte, un nuovo movimento di pensiero. Tale movimento, sostenuto dalle acquisizioni della fisica moderna, della ricerca sugli stati di coscienza e delle antiche tradizioni spirituali fondate sulla meditazione, si occupa non solo dei problemi dell’individuo, ma soprattutto delle sue potenzialità e qualità più elevate.


Si tratta del Movimento Transpersonale fondato sui presupposti della nuova scienza e delle antiche tradizioni e su quella che Bohm definisce “una comprensione di nuovo ordine”, prodotta dalla padronanza dell’esperienza interiore, frutto di insight.


Nella sua ricerca, il Movimento Transpersonale integra l’esperienza del pensiero scientifico occidentale con quella delle tradizioni mistiche basate sulla meditazione, e con quella delle pratiche sciamaniche basate sull’estasi e sul contatto diretto con le forze della natura.


Anticamente, l’anelito primordiale dell’essere umano a comprendere la natura e ad armonizzarsi con essa diede vita alle prime “religioni della natura”, per le quali esiste una “unità fondamentale del creato”.


Si tratta di una visione del mondo integrale, “originaria”, di ordine estatico, secondo la quale il mondo minerale, vegetale, animale ed umano, il mondo sottile dello spirito e della divinità esistono uno dentro l’altro e uno per l’altro.


Ai nostri giorni, la Visione Integrale può venire considerata la depositaria dell’antica “tradizione originaria” dal momento che non si identifica con un pensiero scientifico e con una epistemologia, che si concentrano solo sulla materia, perdendo per strada la conoscenza di Sé e di conseguenza il ”contatto con il divino”.


La Visione Integrale opera per l’affermazione di una nuova scienza e di una nuova epistemologia fondate sulla padronanza dell’esperienza interiore, sulla partecipazione e sulla condivisione; Inoltre non trascura le qualità più elevate e genuinamente umane quali: l’amore, la compassione, la consapevolezza, la responsabilità, la fiducia, l’accettazione.


 

La BTE è Psicologia Transpersonale


La psicologia transpersonale si caratterizza come il contributo degli ambienti scientifici allo studio e alla comprensione dell’esperienza interiore di ordine trascendente. Esperienza che nel corso dei secoli ha ricevuto, dalle diverse tradizioni, numerose denominazioni: estasi mistica, esperienza cosmica, coscienza cosmica, esperienza oceanica, peak experience, nirvana, satori, samadhi, regno dei cieli, corpo del sogno, nagual, ecc.


I principali approcci psicologici attuali definiscono queste categorie di esperienze come fantasie o patologie. In base ai diversi orientamenti teorici della psicologia, queste sono state viste come un tentativo di appagare il desiderio di essere accuditi da una “madre buona”, la conseguenza di anormalità dell’attività neurale, oppure come il segno di un Io fragile incapace di distinguere tra immagini interne e realtà esterna.


L’approccio transpersonale ritiene, invece, che le esperienze interiori di ordine mistico ed estatico così come l’anelito alla trascendenza dell’io costituiscano un aspetto significativo dell’umana esperienza e degno, pertanto, di oggetto di studio da parte della psicologia…


Nella sua ricerca, la psicologia transpersonale integra l’esperienza della psicologia occidentale, soprattutto del filone gestaltico, esistenziale, umanista, con le tradizioni mistiche orientali basate sulla meditazione, come lo yoga, lo zen, il sufismo, e con quelle sciamaniche basate sull’estasi ed il contatto diretto con le forze della natura. Subisce inoltre una forte influenza dalle più recenti acquisizioni della fisica moderna e della biofisica ed è in stretto rapporto con altre scienze, quali: la sofrologia, la sociologia, l’antropologia e la parapsicologia.


Alla luce di queste considerazioni la psicologia transpersonale sembra connotarsi come un vasto movimento di pensiero e di ricerca che opera per un’integrazione tra principi e metodi psicologici e pratiche spirituali o rituali sciamanici, per una sintesi tra la mente, la meditazione, la spiritualità e la trascendenza, gli stati di coscienza ordinari e non ordinari, gli stati mistici, estatici o sciamanici.



BTE é Counseling Transpersonale

Un percorso di Biotransenergetica è un viaggio che accompagna l’individuo verso se stesso, fornendogli opportunità e strumenti per cambiare e per gestire il cambiamento. Dal punto di vista professionale questo può caratterizzarsi nell’acquisizione di competenze idonee ad istaurare con i propri clienti un rapporto di Counseling.


Il rapporto di Counseling si struttura come relazione di aiuto non direttiva, fondata su un ascolto attivo ed empatico che, in un clima di attenzione e di rispetto, pone al centro il “cliente” con i suoi bisogni, valorizzandone le potenzialità di cambiamento, le capacità di individuare autonomamente risposte che modifichino la propria situazione esistenziale, che amplino la propria visione del mondo e di conseguenza le proprie capacità di scelta.


Compito peculiare del Counselor Transpersonale, è quello di guidare il cliente attraverso i delicati passaggi dell’evoluzione della coscienza; compie un percorso che lo vede lasciare gradualmente le problematiche personali per avventurarsi nei territori archetipici dove risiedono le dimensioni del significato esistenziale, dell’esperienza spirituale, delle qualità più genuinamente umane, dell’ipersensibilità e degli stati non ordinari di coscienza.


BTE è Medicina Integrale

Il termine medicina deriva dal latino medeor, “medicare”, “sanare” la cui radice madhindica tutto ciò che è atto a medicare, ma sta anche a significare “intendere”, “conoscere”, “sapere”, e inoltre “mente”, “sapienza” (sanscrito), “insegno”, “consiglio”, “delibero”, “intendo”, “imparo a conoscere” (greco).

Il termine malattia alcuni lo fanno derivare dal greco malakia, “molezza”, “debolezza”, altri dal latino male-aptus, “male atto”, “inetto”, o male-habitus, “che si trova male”.

Integrale deriva dal latino integrum, termine composto da in che sta per “non” e tang-ereche sta per “toccare”: non tocco, cui nulla è stato tolto, cui nulla manca, intero, puro, schietto, incorrotto alle molteplici manifestazioni della forza vitale.

La Medicina Integrale è definibile come un sistema sinergico di tecnologie, dal greco tech-né, “arte” e logos, “conoscenza”, di saper fare a cui non è stato tolto nulla, cui nulla manca. Rimedio in medicina integrale è, come ricorda l’etimo, tutto ciò che è atto a sanare un’infermità.

E’ rimedio il farmaco come la parola, l’intervento chirurgico come il respiro, l’agopuntura o il rimedio omeopatico come la padronanza emotiva, il massaggio o la dieta, ma prima di tutto è rimedio ciò che si allea alla vis sanatrix naturae, alle forze intrinseche di auto guarigione dell’organismo.

La BTE si allea alla forza vitale per il rispetto della capacità dell’organismo di auto-rinnovamento e auto-trascendenza, quindi di autoguarigione e piena realizzazione del Sé.

Se ti interessa approfondire la Biotransenergetica puó interessarti anche questo post sul nostro sito www.integraltranspersonallife.com: 

Approfondimenti sulla BTE

Grazie! Per riservare il tuo posto inserisci i tuoi dati! (rapido e sicuro)

Privacy Policy: We hate spam and promise to keep your email address safe